SETTE CURIOSITÀ SULLA TILLANDSIA

Composizione con Tillandsia Xerographica

Scopriamo insieme sette interessanti curiosità sulla nostra amata Tillandsia!

  1. Le Tillandsie fanno parte della famiglia delle Bromeliaceae e questo, nonostante il ben diverso aspetto, le rende parenti strette dell’ananas.
  2. Sono piante epifite: vivono cioè su altre piante, motivo per il quale sono anche note come piante aeree. Attenzione però a non confonderle con le piante parassite. Sviluppano infatti le radici solo occasionalmente per ancorarsi, ma non sottraggono alcuna risorsa nutritiva alla pianta che le ospita. Scopri di più sulle piante epifite!
  3. Nel tempo, si sono evolute in maniera davvero ingegnosa. Non potendo ricavare i nutrienti necessari a sopravvivere dal terreno, hanno sviluppato sulla superficie delle foglie i cosiddetti tricomi, sottili escrescenze in grado di assorbire acqua e sali minerali direttamente dall’aria. Sono quindi del tutto autosufficienti.
  4. Le Tillandsie svolgono la cosiddetta fotosintesi CAM. Rilasciano ossigeno e assorbono anidride carbonica durante la notte: l’esatto opposto, insomma, della maggior parte delle altre piante.
  5. Vivono in una grande varietà di ambienti differenti: dalle foreste pluviali ai deserti, dalla riva del mare fino alle montagne. Hanno infatti una grande capacità di adattamento anche a condizioni difficili.
  6. Possiamo distinguere due tipologie di Tillandsie, in base al colore delle loro foglie: quelle a foglia verde hanno tricomi poco visibili e, in natura, vivono prevalentemente nelle foreste pluviali. Le Tillandsie a foglia grigia (come la Xerographica qui rappresentata in foto), invece, hanno tricomi molto accentuati: sono questi a conferire loro un colore grigio e un aspetto vellutato. Essendo particolarmente abili nell’assorbimento dell’acqua, hanno una grande resistenza alla siccità. Crescono inoltre più lentamente e si adattano bene anche a posizioni più ombreggiate rispetto alle cugine a foglia verde.
  7. Dopo aver ultimato il processo di fioritura, la Tillandsia genera, in media, da uno a tre polloni (piccole piantine attaccate alla pianta madre) prima di morire. Dopo essere stati separati dalla pianta madre, i polloni proseguiranno da soli nel loro ciclo vitale: cresceranno e, a poco a poco, diventeranno delle piante adulte, finché un giorno arriverà anche per loro il momento di fiorire e di dare vita ad altre nuove piantine. Scopri tutto sulla riproduzione della Tillandsia!

Scopri tutte le varietà di Tillandsia in vendita online nel nostro Shop!

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo sui social!

I PIÙ VENDUTI