TILLANDSIA: SCHEDA DI COLTIVAZIONE

La Tillandsia è un genere di piante appartenenti alla famiglia delle Bromeliaceae, originarie del Centro America.

Si tratta di piante epifite, prive quindi di un apparato radicale sotterraneo e in grado di vivere senza  bisogno di terra. Traggono infatti il nutrimento direttamente dall’aria tramite i tricomi presenti sulle foglie e sono per questo note anche come piante dell’aria.

Ne esistono circa 450 specie, diverse tra loro nell’aspetto e nei colori, ma tutte accomunate da un altissimo valore ornamentale, per via delle loro forme uniche, che le rendono simili a delle vere e proprie sculture.

Particolarità

Da numerosi studi condotti su queste piante è emerso che i tricomi di cui è ricoperta sono in grado di assorbire anche molti agenti inquinanti.

In particolare, assorbono gli idrocarburi generati dall’utilizzo di combustibili fossili, purificando così l’aria dell’ambiente circostante.

Tecnica colturale

La Tillandsia è estremamente facile da gestire.

Predilige una posizione luminosa, da evitare però l’esposizione diretta ai raggi del sole nelle ore più calde. Si adatta bene al clima d’appartamento, poiché prospera a temperature comprese tra i 15° e i 24°.

Annaffiatura

Come detto, le Tillandsie non necessitano di terra per vivere. Si prestano quindi particolarmente ad essere coltivate su dei supporti o in composizioni di sassi. Si potranno annaffiare semplicemente nebulizzandole un paio di volte a settimana, preferibilmente con acqua non calcarea.

Visita lo Shop per vedere la nostra collezione di composizioni creative!

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo sui social!