L’ESSERE VIVENTE PIÙ GRANDE DEL MONDO

Armillaria Ostoyae: essere vivente più grande del mondo

In passato, ci siamo ampiamente occupati di piante con dimensioni da record: abbiamo parlato del fiore più grande del mondo, del frutto più grande del mondo, della foglia più grande del mondo e dell’albero più grande del mondo.

È giunto allora il momento di scoprire qual è l’essere vivente più grande del mondo in assoluto.

Si trova all’interno della Foresta Nazionale di Malheur, in Oregon (Stati Uniti), ma non è una pianta come si potrebbe pensare…

È un fungo! 

Per la precisione, un esemplare di Armillaria Ostoyae, parente stretto del più noto Armillaria Mellea (il fungo chiodino).

Sappiamo che quello che comunemente chiamiamo fungo, in realtà, non è altro che il frutto del fungo: l’unica parte visibile in superficie e impiegata per la riproduzione. Sottoterra si trova però il corpo, anche detto micelio, che si allunga attraverso dei filamenti, detti ife, in cerca di nutrimento.

È stato calcolato che, nell’arco di più di 2.000 anni di vita, il nostro fungo da record è arrivato ad occupare una superficie davvero gigantesca e pari a circa 890 ettari!

Ma come ha fatto a crescere così tanto?

Le specifiche condizioni della foresta di Malheur hanno sicuramente giocato un ruolo importante.

Il clima in Oregon è molto secco e quindi la dispersione delle spore per la riproduzione è piuttosto difficoltosa. A quanto pare, il fungo ha superato le difficoltà riproduttive espandendosi a dismisura.

La mancanza di competizione nell’area, poi, ha fatto il resto: gli ha permesso infatti di crescere praticamente indisturbato e di sfruttare al massimo l’abbondanza di risorse nutritive provenienti dalle conifere circostanti.