GASTERIA: SCHEDA DI COLTIVAZIONE

Gasteria Verrucosa

La Gasteria è un genere di piante grasse originarie dell’Africa meridionale.

Priva di fusto e di piccole dimensioni, presenta foglie carnose che possono essere disposte sia a rosetta che a biforcazione. 

In alcune varietà sono ricoperte di puntini (è il caso ad esempio della Gasteria Maculata), in altre di striature di diverse tonalità di verde.

Tecnica colturale

La Gasteria è una pianta di pochissime pretese e quindi facile da gestire.

Predilige una posizione luminosa, evitando il sole diretto che potrebbe far scurire le foglie. In natura, infatti, cresce solitamente al riparo tra le rocce oppure all’ombra di altre piante.

Annaffiatura

Come per tutte le piante grasse, vale la regola aurea secondo la quale, in caso di dubbio, è meglio un’annaffiatura di meno. All’interno delle loro foglie carnose custodiscono infatti una riserva d’acqua con la quale possono gestire qualche giorno in più senz’acqua. Al contrario, eventuali eccessi o ristagni d’acqua le farebbero marcire molto velocemente.

Va annaffiata ogni 7 giorni in primavera/estate e sempre solo se il terriccio è asciutto. Si può ridurre la frequenza in inverno, quando le ore di luce sono più scarse, limitandosi a una bagnata ogni 20 giorni.

Visita lo Shop per vedere la nostra collezione di composizioni creative!

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo sui social!