ALLA SCOPERTA DELL’ORCHIDEA FANTASMA

Orchidea fantasma

Ci siamo già occupati in passato dell’Orchidea, una delle piante più amate in assoluto, scegliendo di dedicarci esclusivamente ai generi un po’ meno conosciuti.

Dopo aver parlato del genere Ophrys e del genere Coryanthes, è il momento di andare alla scoperta del genere Dendrophylax e, in particolare, della varietà lindenii.

Ha un areale molto ristretto, che include solamente la Florida sud-occidentale e alcune isole dei Caraibi. Non è facile da vedere, ma chi ne ha l’occasione si troverà davanti a uno spettacolo davvero unico!

L’Orchidea fantasma

A cosa è dovuto questo soprannome a dir poco curioso?

Al fatto che si tratta di una pianta totalmente priva di foglie: la fotosintesi clorofilliana, indispensabile per la sua sopravvivenza, viene svolta infatti dalle radici.

Dal momento poi che le radici si mimetizzano alla perfezione tra le fronde degli alberi su cui vive, quando sbocciano i fiori sembrano letteralmente sospesi nel vuoto…

E che fiori!

Di colore bianco e dal profumo fruttato, hanno un aspetto molto diverso da quello delle Orchidee a cui siamo abituati.

La parte inferiore (detta labello e deputata ad attirare gli impollinatori) presenta infatti due prolungamenti lunghi e sottili che gli donano un aspetto simile a quello di una rana in procinto di spiccare un salto.

Ecco perché a volte viene anche definita Orchidea, per l’appunto, rana.

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo sui social!